Articolo taggato “Poesia”

Perpetuo, quel silenzio impose grafite al foglio vergine 
e ogni emozione che ella mostro' con eleganza al suo volto,
divenne il piu' dolce dei suoi sguardi fermato in un istante di pensieri .
Posata, di una grazia mai vista e una luce negli occhi ,
quella di chi cattura la follia di un uomo e ne esercita il potere .
Incantato dal suono magico del suo pianoforte e dall'audace belta',
mentre composta si adagia allo sgabello,
lui ne incornicia l'anima firmandole il cuore con il suo nome.
Nella sala musica si odono solamente fraseggi decisi,
lei e i suoi piedi scalzi frustano il pedale e le mani picchiano i tasti fino a farsi male
in preda ad uno dei suoi piu' isterici capricci d'amore.
Nell'aria ormai domina il profumo delle vesti che ondeggiano la postura dello strumento.
Nel foglio il tratto della matita ha preso il sopravvento descrivendone ogni sfumatura ,
mentre i capelli scivolano spettinati dall' irrevocabile profonda passionalita' del suo umore,
gli zigomi scolpiti, le labbra pronunciate, e l'avorio che porta addosso,
reliquia lontana di fantasie diaboliche..
..E lui che ancor plagia il proprio entusiasmo con orgoglio,
 riempendosi la bocca di sentimenti vaghi,
convincendo se stesso che non dicasi Amore se non...
un bellissimo Ritratto dell' affascinante pianista.

 

 

 

Tag:, , , , ,

Comments 3 Commenti »

In s’ora ei lagrimas
su ludu impiccada is mattasa in sa ia
spaiada  su cimentu in logu ei domusu
e su scuriu de sa motti nostra

In s’ora ei lagrimas
attesu de su coru miu
gioganta i lampusu in su celu
mostendi bentu ai nuisi

In s’ora ei lagrimas
attrippada is terrasa
su carranannai fotti de gusta disi
s’intendidi  su prantu e is boxisi, scurittu pipiu

In s’ora e i lagrimas
s’arremmangada sa genti
a torrai a bivi in sa Meri Manna
antiga e nosta  sa Sardegna.

TRADUZIONE:

Nell’ora delle lacrime

Nell’ora delle lacrime
il fango impicca gli alberi per le strade
sparge il cemento tra le case
e il buio della nostra morte

Nell’ora delle lacrime
lontano dal mio cuore
giocano i fulmini nel cielo
e mostra il vento alle nubi

Nell’ora delle lacrime
picchia le terre
il temporale forte di questi giorni
si ode il pianto  di un povero bambino

Nell’ora delle lacrime
la gente tira su le maniche dei vestiti affogati dal tempo
e torna a vivere per la Suprema Madre
Antica e Nostra Sardegna
Simona Collu.

Tag:,

Comments 2 Commenti »

Fitzu meo ch’ ena pane
torra  pro reposare
nei brazzos meos
Su coro mi narada a isperare
su chelu pregada
torra  pro reposare
Fiztu e sorte
Fiztu meo ch’ena e pane
torra in gusta terra
Su coro meo mi narada a isperare
moi canta s’ammori meu
moi canta s’ammori meu
Sa mere ascuttada s’anima tua
tue a pranghere deo a pregare
fiztu meo ch’ena e pane
torra pro reposare
nei brazzos meos
chi ne morti  in  sa terra tua
pro ispirare… reposare.

TRADUZIONE:

Figlio mio senza pane
torna per riposare
tra le mie braccia
Il cuore mi dice di sperare
e il cielo prega
torna per riposare
Figlio e sorte
figlio mio senza pane
torna in questa terra
Il mio cuore mi dice di sperare
canta adesso amore mio
canta adesso amore mio
Ella e’ padrona, ascolta l’anima tua
tu a piangere io a pregare
Figlio mio senza pane
torna per riposare
nelle mie braccia
la morte nella tua terra
per inspirare ….riposare…

Video importato

YouTube Video

Tag:,

Comments 2 Commenti »