Archivio Febbraio 2012

Queste due ultime settimane sono state irrespirabili, veramente pesanti… il lutto quando arriva arriva e non ci si puo’ far niente, nulla lo ferma…
Poi ovunque vai, nessuno bada alle tue esigenze, come  un numero di passaggio, tutto ti attraversa.
Uffici che non funzionano, pratiche che vanno a rilento…, mio figlio che sta male e il medico del prontosoccorso lo guarda, seduto a braccia conserte come vizio il pianto.
Questa e’ la reale situazione in Italia, dove tutti se la svignano dinnanzi alla propria competenza.
L’importanza  si alza  girando le spalle, lasciando indifferenza..
E’ un via vai di passi  precoci alla fuga , chi rimarra’ e’  un folle o perso della sua disperazione,
disarmato e oppresso dal disordine in rovina.
Cosi ci si trova a voler stare in un piccolo rifugio lontano dal mondo storto a un palmo da quell’aria attesa che riempia nuovamente i polmoni di speranza.

Video importato

YouTube Video

Tag:

Comments 2 Commenti »

Io voglio vivere nella mia Isola…

 
Sa caro sig. Monti,
tutti andiamo via prima o poi per qualcosa da scoprire , per imparare , per la Fame,
per dare un futuro ai nostri figli ,  per non perdere la dignita’, noi stessi.
Ovunque, ho trovato quello che in Sardegna mi mancava…, denaro ,lavoro amici…
Ma in quell’ ovunque avevo perso la mia radice, ispirazione, l’anima , qualcosa che mi dava una spinta  diversa, piu’ grande, piu’ forte.
La terra che si allontanava tutte le volte  per il rientro alle mie responsabilita’ lavorative,
era uno strappo al cuore, una morsa di veleno lancinante allo stomaco.
Il benessere economico non compensava quella tristezza e malinconia ,
mi sentivo a tratti come sull’orlo di un precipizio che investiva la mente lasciando lesioni irreparabili, una senzazione di tormento…
Poi , dopo qualche anno mi sono chiesta : Perche’ non ho il diritto di scegliere dove vivere?
Perche’ non posso restare dove il mio pensiero si rivolge?
Sono tornata, malata d’amore, presuntuosa di rivincita e non me ne andro’ piu’!
Difendero’ la mia terra con le unghie , non lascero’  posto a chi vuole comprarla con quattro denari , resa povera dalle gestioni..
Non accetto  venga privatizzata da giochi di potere  con l’illusione di  un ripristino d’ economia piu’ agiata!
Tutto un bluff di intenzioni che rovinerranno
la vera storia e tradizioni che rendono  speciale , misteriosa, arcana  Sardegna…
Mia…
Anche tra il  piu’ buio dei  prospetti  che Lei ci riserva  NOI RESTIAMO!
Vogliamo i nostri diritti.

Video importato

YouTube Video   

Tag:, , ,

Comments 2 Commenti »

 11 febbraio 2012 …
Mentre scorrono in tv le immagini dei  luoghi sommersi  dalla neve per tutto lo stivale, noi  qui a Cagliari  godiamo dei pochissimi fiocchi  spinti dal vento, quelli che appoggiano le ali sui tetti della citta’ per qualche ora…
Gli ultimi e piccoli guantini da neve usati in Sardegna, li ho indossati nel 1985, ero in prima elementare…  e nel 1993 appena quattordicenne…
La neve  in campidano  e’ come un rito , la si aspetta ma non arriva mai, nemmeno a Natale…
Ogni dieci anni pero’, madre Natura sembra quasi voler fare uno strappo alla regola.
Stamattina mentre scendeva candida e lieve, l’illusione che ricoprisse luoghi comuni di concreto spessore
ci lasciava con il fiato sospeso  ad aspettare la simbolica palla di neve  da manipolare…
Niente…, non se ne fa, dispettosa la nuvola se ne va trascinata dal vento che la costringe  ad allontanarsi  pian piano dal nostro cielo .
Torna il gelo a stirar le rughe  del traffico cittadino,
quella foto da immortalare per ora  e’ ancora mancata.
Domani chissa’…

 Video importato

YouTube Video

Tag:, ,

Comments Commenti disabilitati

C’era una volta una bolla di sapone.
 
Era miracolosamente riuscita a scampare al gioco “scoppio la bolla”, ed aveva cominciato a viaggiare alla scoperta del mondo.
 
Mentre volava libera, osservando il mondo sottostante, si accorse  che il paesaggio era triste e grigio, ma ad un certo punto tutto cambiò.
 
Era scomparsa la cosa grigia, con una linea bianca in mezzo, chiamata strada, ed era diventato tutto azzurro e morbido.
 
Cercò di avvicinarsi e vide in trasparenza delle altre bolle, sotto la superficie di quel manto .
 
La felicità fu enorme, finalmente aveva trovato delle amiche.
 
Decise di avvicinarsi per farsi notare, ma una vocina la fermò:
 
- Hei bolla di sapone, fermati…se ti immergi nel mare scoppi-
 
La vocina proveniva da sotto, ed era una bolla, quasi uguale  a lei, che parlava:
 
-E tu come fai a essere lì sotto e  a non scoppiare?
 
Chiese la bolla di sapone
 
-Io sono una bolla d’aria nata sott’acqua, scoppio solo se vengo in superficie-
 
La bolla di sapone si rattristò:
 
-      Quindi io non posso venire da te, ne tu da me altrimenti scoppiamo?
 
Chiese la bolla di sapone sconsolata,la bolla d’aria fece segno di sì, ma le propose:
 
-      Però potremo correre insieme tu sopra, e io sotto-
 
Quel giorno le due bolle si divertirono tantissimo a scorazzare per il mare, continuavano a correre.
 
La bolla d’aria le faceva vedere i pesci, erano loro che creavano le bolle, non i bimbi come sulla terra.
 
-Potremo andare a chiamare delle altre bolle di sapone, così ci divertiremo ancora di più-
 
Disse la bolla di sapone, quando la giornata stava volgendo la termine.
 
La bolla d’aria, però, la guardò sconsolatamente:
 
-Ma se vado a  io riva, scoppio-
 
Fu così che la bolla di sapone ebbe un’idea:
 
-Tu vai a chiamare le bolle d’aria io quelle di sapone, così scorazziamo insieme e nessuna di noi scoppia-
 
La bolla d’aria acconsentì e il giorno seguente,  miriadi di bolle di sapone sovrastarono il mare e una marea di bolle d’aria vennero in superficie.
 
Ancora oggi, quel mare, viene chiamato “il mare delle bolle”.

 

Video importato

YouTube Video

Tag:, ,

Comments 2 Commenti »

Sott’acqua una citta’ speciale c’e’ !chissa’ dov’e’ e chi ci sta!!
Lo snorki, si chiama cosi L’ amico del mare… curioso davvero..
nel piccolo mappamondo delle mie visite compare  la  presenza  giornaliera di un satellite in mezzo al mare  ad ovest dell’africa , il punto esatto e’ dove ho postato il punto di domanda in rosso.

 


Davvero singolare questa lettura da un ‘ immaginaria citta’ inesistente che continua  a navigare tra le mie pagine..
Buona lettura piccolo snorki .

Video importato

YouTube Video

Tag:, ,

Comments 1 Commento »

 

 

Proprio cosi….
Amici che  vai, musica che trovi..
ogni citta’ e’ un po’ rappresentata dai suoi artisti locali e in merito ad essi le amicizie incontrate nella vita si raccontano con musica territoriale e fatti puramente casuali.
Se di Napoli tra gli artisti piu’ amati ricordiamo Gigi d’Alessio sarebbe banale…
Io ho in mente un album  custodito gelosamente in un cassetto.
lascio andare il video di un regalo che mi fu  fatto tempo e … tempo fa.

Angel ( Gianluca Capozzi)…
 Ciao Naples…

Video importato

YouTube Video

Tag:, , ,

Comments 1 Commento »

Aprire la cassetta della posta, non aspettarsi niente di niente da nessuno  e trovare  qualcosa che cambiera’ tutta la mia vita una volta per tutte.
In meglio o in peggio non lo sapro’ fino a che lo stick  non avra’ abbandonato la busta facendone penna e risposta.
Chissa’ se saranno lacrime di gioia o dolore  il primo impatto di lettura..
 Eppure , Sento che  il mio sorriso rimarra’ li alla fine della pagina
ad aspettare  che la firma  approvi l’ultima parola.

Video importato

YouTube Video

 

Tag:, ,

Comments 3 Commenti »

Con destino o fato tradizionalmente ci si riferisce all’insieme di tutti gli eventi inevitabili che accadono in una linea temporale soggetta alla necessità. Può essere concepito come l’irresistibile potere o agente che determina il futuro, sia in termini generali concernente l’intero cosmo fino ad ogni singolo individuo. Il concetto è basato sul credo che esista un ordine naturale prefissato nell’universo. In tal senso il significato di destino ha forti valenze teologiche, poiché ad esempio il Dio di Spinoza si esprime appunto anche come Necessità, in un determinismo assoluto di ogni esistere e di ogni accadere. Nell’antichità già gli Stoici avevano posto un Logos (Ragione) che regola di necessità l’essere dell’universo, e infatti il termine fato è la traduzione latina dell’antico concetto stoico.

Video importato

YouTube Video

Tag:, ,

Comments 2 Commenti »