Archivio Gennaio 2011

Gli anni si sovrappongono
Ti insegnano e ti segnano..
Come fa il solco l’onda spazzando via ieri..
Saro’ cosi, con il bastone in mano ed i pensieri annodati in gola a rivivere pugni di ricordi.
Da bambini ci si crea un’ideale di vita che non sempre si avvera.
La mia era cosi:
Dalla finestra vedevo il mare, perche’ la mia casa poco distante dalla spiaggia godeva di aurore al mattino.
La musica accompagnava il paesaggio al di la dei vetri.
Le tende di chiare organze e il senso di pace esteso d’intorno.
Ancora…  dal camino acceso, il calore dei legni essenza bosco
carte dorate di caramelle su  un vassoio, poco lontano un libro aperto.
Forse i miei figli, una famiglia che ancora doveva nascere..
Perche’ nella mia fantasia la serenita’ era la base di quel quadretto che non ho mai appeso.
Insegnavo e non godevo di ricchezze particolari , solo la mia ferma convinzione di quel “Giusto” che fosse per me.
Poi  ad un certo punto, subentrano altre vite, sconvolgono la tua, la cambiano, e modellano con diversita’ assoluta i giorni  che avevi sognato dandone risultati anche disastrosi per certi versi.
E si crea una difesa alla vita per circostanza che ben lontano da i tuoi ideali.
Se per eccesso o per difetto non lo sapro’ mai.
Il tempo corre e sul muro, il chiodo, rimane ancora solo perche’ forse di questo bagaglio non vale la pena lasciare niente che una cornice vuota.

Comments Commenti disabilitati