Archivio Settembre 2010

Sono quattro i ragazzi con sete d’avventura ed assenza di paura..
Raggiungono curiosi quell’ingegner di ferro che tramuta la ruggine in giochi tra i pioppi.
Di ” Vin al Seccio” diventa il banchetto al coperto mentre si sparge divina l’aria di compagnia..
IL Senso… improvviso… Sorpresa e divertimento.
Lo sguardo espande il d’intorno dalla casa dei criceti al Bob in discesa.
Superando il sentiero piu’ fitto, lo scivolo, dall’alto, richiama il piu’ spericolato dei pensieri conducendo i passi alla ripida scaletta, culmine di vertigini.
Ruote e ruote di un capogiro pazzo la mezza pancia di un cerchio che da seduti raggiunge il cielo.
E giu’ di li, un vecchio binario, fa correre in piena il suo bel trenino…
E’ il cuore di un bambino quel che ha creato, in mezzo al bosco
infondo a quell’appropriato argento che non si perde e ritorna spontaneo dal profondo inconscio di un principio lontano…

Comments Commenti disabilitati