Archivio Giugno 2010

 

Il mio blog e’ diventato un piacevole rifugio, una sorta di ritiro spirituale.
A volte basta una passeggiata in solitudine, invece io prendo la corrente come una chiave magica e arrivo qui, di corsa, come una bambina.
Eppure ricordo ancora il timore della prima pagina nel lontano agosto 2006, quando presa dalle carte , la curiosita’ mi porto’ su tiscali.
Cosi ho ritirato anche la corona, benche’ il raccontarmi sia una vera e propria passione non avrei mai pensato di finire sui raccomandati..
Pensavo che la mia riservatezza sarebbe rimasta li , tra chi faceva spavaldamente una gara recidiva a riversare i suoi articoli come pubblicita’ sulla home.
Io invece lascio le mie parole in rete come un piccolo tesoro per tutti.
Un tesoro non ha un valore specifico, e’ un tesoro e basta.
Come uno scrigno, si apre, lasciando gemme di luce a chi legge.
La cosa meravigliosa e’ che non c’e’ scopo, solo mani cariche di pensieri.
un po’ di me, un’essenza di compagnia accompagnata da calde righe.
A volte spensierate altre meno, colpa di un vero tafferuglio di emozioni che ruotano nel tempo.
Disarmata davanti ai sogni  e al domani
Non rimane di piu’ che un pugno di fantasia da sprigionare ogni tanto.
Una penna astratta che ritrae la mia anima persa nel silenzio.

Comments Commenti disabilitati

 

Oggi faccio  finta d’essere in vacanza, come un orso in sci d’acqua.
Divertente pensare che l’orso sia paragonato al nord, dove mi trovo ora..  facciamo pure che gli spruzzi e l’umido trascinandomi invece siano la mia lontana sardegna.
In questa immagine si sposa tutto perfettamente..
Vacanze per finta le chiamo ,  una mattina libera svegliata da un aspra acqueruggiola persistente.
Immaginiamo pure che a riva ci sia un bel cestino pieno zeppo di merendine al miele..
Avete mai visto una bella orsa bianca come me andare con una gamba sola sull’ acqua?
Un motoscafo che corre  e scarica tutte le energie sulle braccia ben tese.
E saluto, saluto tutti muovendo il bacino, spiritosa , quasi uno scherzo.
Un girotondo carico di simpatia che attira l’attenzione di chi annoiato trascorreva sul prato una normale tintarella.
Contagiosa la mia allegria che traspare in risate rumorose e applausi per assurda esibizione.
Legate pure le bibite alle mie caviglie, alla fine del giro berrete tutto ghiacciato.
Un estasi di umorismo sta per coinvolgere anche il piu’ scettico.
Mentre una vela viaggia a me parallela ho quasi raggiunto l’orizzonte, faccio una foto affiancata al sole che stanco e in lacrime dalle risate per le mie buffonate, va  a dormire  regalandomi il suo splendido tramonto.

Comments Commenti disabilitati

984

Altresi non era che il mio desiderio
Incrociare nuove vite, altre storie, cambiare tutto, tempo, mondo.
In questa tenue serenita’ che giunge perpetua giorno per giorno..
Inginocchiatasi lentamente; rimane e trascorre, per me, con me.
Non mi aspetto piu’ niente, nessuno che arrivi a sorprendermi.
Sono stata sorpresa a dir troppo ed ora come un ritorno alle origini non sento ragioni passate.
E finite tempeste in questa apnea di pensieri spenti riaffioro dolcemente.
Come un fondale marino in discreta armonia.
Risento profumi, colori, rivedo il curioso viaggiar di tutta quella sintonia che mancava o non c’e’ mai stata.
In questo immenso blu che calma apparente diventa, eco disperso d’onde.
spume di sale, ombre riflesse, fari di luce, lumi sparsi a guidare l’ondular leggero.
Cosi di raro dipinge ogni singola espressione, ogni piccola creatura , ogni futile fessura.
E di nascosto risiede segreto un amuleto al buio, a tirar su speranza viva, forza creativa.
Solo il periodo e’ misterioso, attende ancora ad improvvisar quel che di meglio riesco a far.

Comments Commenti disabilitati

anguria

Guardare tutto con un’altra prospettiva.
Proiettarsi avanti dentro e fuori.
Buona settimana a chi passa di qui :)

Comments 1 Commento »

LagodiTovel

Cerco qui oggi la mia pace.
Sento qui il mio pianto che torna, soffocato al centro del petto e lo spengo per forza.
A tratti il cuore lo sento come calcificato dal dolore.
Ora voglio che taccia, per sempre, l’ennesima bugia che mi tortura, e muoia li infondo alle acque di questo lago.
Dove tutto si veste di Paradiso, dove tutto mi rende spazio, sole, cielo.
L’amore che si prova per gli altri a volte diventa come il diavolo, prima arriva come un manto di emozioni
e all’improvviso fa soffrire,  fa male , ti rinnega, fa morire.
Immergo un piede in paradiso per un attimo,
per sentirne quella purezza che desidero con tutte le mie forze vicino.
Imploro qualcuno in silenzio, guardando lontano, aspettando me nuova all’orizzonte.

Comments Commenti disabilitati