Archivio Marzo 2007


Come arrivata ad un capolinea, scendo dal filo che mi ha condotto in questo bellissimo viaggio tra di voi.
Vi ringrazio per aver condiviso con me queste pagine, per aver lasciato le vostre opinioni permettendo scambio e conoscenze diverse.
Amici lontani e vicini, di penna, di luoghi.
Lascero’ tutti gli scritti,tutte le immagini che delineano quella che sono anche dietro lo schermo.
Penso che il modo piu’ autentico per non essere dimenticati sia non apparire, ma essere chi si e’ veramente.
Non ci si puo’ esprimere diversamente.
Il mio blog nacque per dare speranza a chi aveva perso il senso del nostro passaggio qui o altrove.
Per molti le mie parole rimarranno soltanto parole, per chi invece ha colto il mio io ritrovera’ le musiche che ricordano me in ognuna di esse.
Grazie a chi mi ha ignorato, escluso, commentato, letto, visitato nel mio mondo.
Il mio Ciao e’ esteso a tutti.
Un saluto comune, confidenziale.
Un caro saluto anche se rimane virtuale.

Tag:, , , , ,

Comments 23 Commenti »


Sandy era una bambina il controllo non l’aveva mai perso prima
si divertiva a giocare con me e a insegnarmi i giochi dell’amore che
ma nella mente una scintilla come un’idea nei suoi occhi oscilla
ed i suoi giochi d’amore per me ora sono carezze a caro prezzo che
Sandy tu che cammini su e giù tu che giocavi col sesso adesso chi sei tu
Sandy di soldi io non ne ho più solo i ricordi ho
ma non li spendo perchè tu Sandy non te li ricordi più
e nasce un’idea che mi vola via lasciando una scia che se ne va
fin dentro una specchio, riflesso quel letto rivedo già
tua madre che usciva la porta chiudeva e dai vieni su
dicevi tu da quella soffitta la strada è più corta per essere qua
e mi dicevi sei un bambino stringendo al seno quel cuscino
che male fa Auto in fila ad aspettare Sandy per fare all’amore…

(G.Grignani)

Tag:,

Comments 1 Commento »


Sono veramente amareggiata da quest’ultimo presente che mette alla prova la forza nel continuare a credere ai veri valori che mantengono la societa’ sotto un certo aspetto decente.
Ognuno di noi nasce con le proprie potenzialita’ da sfrutare al meglio, fa’ scelte di vita con una discreta liberta’ di gestione, che nessuno e’ tenuto a giudicare ne opprimere.
Ma che questo significhi superare le leggi della natura e’ inaudito!
Non sono assolutamente d’accordo alle unioni legali (matrimoni) tra omosessuali.
Condivido le loro esigenze da “adulti”, il loro stare insieme, la convivenza libera ma non con un contratto su carta.
Il procreare viene generato da un uomo e una donna.
chi dello stesso sesso vuole unirsi, che lo faccia, chi lo vieta!
Rimane comunque una coppia che ha il fine di un piacere fisico umano, non puo’ generare nuove vite e in tutela all’insegnamento che si da’ a un bambino non ne approvo la legalita’.
Posso accettare il loro volersi bene (Tutti abbiamo il diritto di esprimere e vivere i nostri sentimenti mediante la propria personalita’),ma non posso insegnare a mio figlio che non ci sono regole di vita!!Che siamo liberi di far tutto altrimenti non sarebbe liberta’!!
Questa e’ la nuova tutela?? Bel progetto!! Complimenti davvero!!
Ma che razza di educazione…
Che razza di punto fermo in riferimento alle nuove proposte avranno queste creature!
Mettendo da parte la religione che penso sia un modello di educazione per aver cio’ nonostante qualcosa in cui credere,
comunque….. 2+2=4 …il risultato sara’ sempre 4, che l’operazione sia messa in riga o in colonna non cambia il totale.
A tutti i costi si vuole cambiare o concedere qualcosa in piu’…..
Ma mi chiedo: Per moda??
Il mondo prima che arrivassimo c’era gia’!!!
La perfezione con la quale e’ stato creato e’ la medesima formula che diede origine al corpo umano.
Siamo veramente stufi del vero e semplice modo di gestire il naturale corso dell’esistenza??
O forse non sappiamo apprezzarne i doni senza attuarne modifiche che rispecchino la scoperta dell’acqua calda??
In preda alle vostre opinioni, lascio la mia, anche se potrebbe sembrare forte d’impatto.

Tag:, , ,

Comments 8 Commenti »


Ho bruciato il vocabolario disperdendo lettere che non riescono piu’ a descrivere l’autenticita’ d’emozione che provo.
Come poter esprimerla senza diminuirne l’intensita’ di battiti che sfondano queste casse in carne ed ossa.
Dove nasce l’energia che trascina, cresce, coinvolge togliendo il fiato all’anima che sottrae respiri impalati a leggere..
Una corsa di pensiero cerca la tua figura nelle stanze vuote di un percorso immaginario, i passi ad avvicinare quel che non posso tenere … lo scambio di lacrime nasce dalla speranza che torna piu’ forte di prima.
E’ timida di musiche che anticipano di nuovo il domani accogliendo i tuoi sogni, anche quelli piu’ faticosi da raggiungere.
Non posso ignorare tanto entusiasmo e bellezza di ragioni..
Non posso capire ma posso tacere nel sorgere tanto splendore dedicato con calore ricevuto.
Dove nasce l’energia e dove scalda il sole,
un luogo fatto di realta’ da combattere senza arresa.
Quel luogo dove trovi sempre un motivo per tornare,
lo stesso chiamato CAROLA : Insegna a non mollare, trovare sempre l’obbiettivo dei desideri e farne schermo di vita.

Questo post vuole essere un omaggio al video di Carola, dove viene citato anche il mio blog, Grazie a lei e alla sua energica magia, ladra di grandi emozioni.
Riferimenti: Le stelle siete voi

Tag:, ,

Comments 2 Commenti »


Spiragli chiusi tra sospiri malinconici affiorano ….
Non parlare sussurri se provocano nostalgica assenza.
Non inaridire occhi con miraggi di ricordi, lasciandoli distanti come lo era il tempo delle piu’ grandi conquiste.
Io penso di te e sorrido di noi mentre l’amicizia divoro’ segreti a raccontarsi, e spesso di folle espressione truccata.
Incorniciando foto d’avventura mascherata abbiamo viaggiato per lo stivale lasciando il ritratto di noi a chi lo incontro’ per caso.
Ho in mente Imola e la tua passione per i motori,
Rimini e il pianoforte dell’albergo che faceva il tuo viso di un estremo rosso porpora quando lo suonavo all’improvviso senza domandar permesso…
Sai benissimo che fare rafting al lago non e’ la mia passione…anzi se possiamo evitare….
Hai dimenticato che nella macchina della morte mi e’ caduta la scarpa??
Sara….
forse un giorno viaggeremo nuovamente,
ed in quel giorno tornera’ lo stesso indimenticabile presente.

Tag:

Comments 3 Commenti »


Puzzle di cartoni colorati,
cavallini a dondolo di sorrisi smisurati nel divertire.
Molliche e briciole d’attimi che verranno permanendo nel trascorrere felicita’.
Infinite notti al cullar di sonni sereni,
piccine di vesti in ampie camere accolgono l’evento.
Il narrar di fiabe per l’incanto,
dediche a termine nel dormire atteso a cercar silenzi.
Rosolin di viso temea il mondo finche’ aliti di madre in pronuncia donarono ad esso.
Dai pugni chiusi in caste fasce di gioia fiorita,
sigillera’ d’orgoglio ed emozione la nostra vita.

Tag:,

Comments 8 Commenti »